Ricerca

Spinometria FORMETRIC

Indicazioni cliniche della Spinometria® formetric

Diagnosi precoce degli atteggiamenti scoliotici in età evolutiva La potenziale evolutività degli atteggiamenti scoliotici e delle scoliosi rappresenta un fattore cruciale nella scelta dell’orientamento terapeutico. Proprio per questo, l’identifi cazione precoce delle relative anomalie posturali rappresenta un fattore determinante per consentire una valutazione quantitativa dell’andamento temporale di tali anomalie in uno stadio suffi cientemente precoce da permettere interventi tempestivi.

Valutazione del contributo posturale a lombalgie e cervicalgie Le anomalie dell’assetto posturale rappresentano una delle cause più comuni delle sindromi dolorose della colonna vertebrale, possono contribuire in modo determinante, nel tempo, allo sviluppo e alla progressione di discopatie vertebrali. Pertanto, la determinazione delle alterazioni dell’assetto posturale costituisce un elemento fondamentale per l’impostazione di un programma terapeutico appropriato e vincente.

Miglioramento della performance sportiva attraverso la ricerca dell’equilibrio corporeo Il livello di prestazione sportiva, oltre ad essere influenzato da aspetti tecnici, atletici e motivazionali, è in stretta relazione con il benessere psico-fisico. I due ambiti possono reciprocamente condizionarsi, in senso sia positivo che negativo. Quindi la correttezza e la stabilità della postura rappresenta una delle competenze motorie fondamentali da sviluppare ai fini della performance sportiva.

Individuazione di adattamenti posturali scaturiti da condizioni dolorose muscolo-scheletriche Qualsiasi condizione dolorosa del sistema muscolo-scheletrico, sia essa di origine traumatica o degenerativa, determina adattamenti motori e posturali generalmente localizzati anche ai segmenti prossimali, ed in particolare molto spesso al tronco. Questi adattamenti, generalmente messi in atto per preservare l’effi cienza motoria, possono perdurare anche oltre la scomparsa della causa che li ha prodotti. Rappresentano un fattore di rischio per lo sviluppo di ulteriori lesioni muscolo-scheletriche.

Elementi di diagnostica per disturbi cranio-cervico-mandibolari E’ ormai accertata l’esistenza di una stretta relazione tra i distretti cranio-cervico-mandibolari ai fi ni della propriocezione e del controllo posturale. La corretta integrazione tra le diverse informazioni provenienti da tali strutture risulta determinante nel garantire l’equilibrio statico e dinamico e un assetto posturale equilibrato, qualsiasi intervento su tali strutture dovrebbe essere valutato per le possibili infl uenze sulla postura del tronco.

Valutazione degli effetti di plantari e procedure riabilitative sulla postura La rieducazione posturale globale, l’introduzione di plantari o calzature su misura, l’applicazione di bendaggi funzionali e l’adozione di dispositivi di ortodonzia sono tutte misure terapeutiche finalizzate al miglioramento dell’assetto posturale, o comunque potenzialmente in grado di determinarne una variazione. Pertanto, quale che sia la fi nalità dell’intervento, occorre verifi carne gli effetti immediati e a distanza sulla postura

clicca qui per scaricare il volantino completo

per altre info non esitate a contattarci cmrspa01@virgilio.it

Lascia un Commento